La Persona di Gesu'

Portare il Jesus Informato Personalmente in linea lo studio

Sperimentare il potere per cambiare

Gesu’ di Nazareth
E’uno dei piu’ grandi personaggi della storia. Al centro della storia dell’umanita’, Gesu’ di Nazareth ha cambiato tutto, dal nostro sistema giudiziario alla nostra concezione del tempo. Ma chi e’ Lui veramente?

La Bibbia ci dice che Gesu’ e’ nato da una vergine, che ha vissuto un’esistenza senza peccato e che ha insegnato per pochi anni in Palestina prima di essere crucifisso dai Romani. Tre giorni dopo la sua sepoltura e’ resuscitato dai morti ed e’ stato visto da almeno 500 diverse persone e poco dopo e’ asceso al cielo.

Durante la sua permanenza sulla terra, Gesu’ ha dichiarato di avere il potere di perdonare i peccati, di scacciare i demoni e di determinare il destino eterno di ogni persona. In poche parole, ha dichiarato di essere Lui stesso Dio.

Parliamoci chiaro, la storia di Gesu’ ha dell’incredibile, ma alcune persone la considerano troppo incredibile per essere vera. Gesu’ potrebbe essere un’importante figura religiosa, o anche un grande maestro di morale, dicono questi, ma non poteva essere Dio.

Questo punto di vista potrebbe sembrare valido, ma un vecchio professore di Oxford, C.S. Lewis, spiega nel suo libro, intitolato Scusi, qual'e' il suo Dio?: "Un uomo che fosse soltanto un uomo e che dicesse le cose che disse Gesu’ non sarebbe certo un grande maestro di morale, ma un pazzo - allo stesso livello del pazzo che dice di essere un uovo in camicia – oppure sarebbe un Diavolo. Bisogna fare una scelta. O quest’uomo era ed e’ Figlio di Dio, oppure era un pazzo o qualcosa di peggio".
Lewis continua: "Puoi accantonarlo come uno sciocco, puoi sputargli addosso e ucciderlo come se fosse un demonio, oppure puoi cadere ai suoi piedi e chiamarlo Signore e Dio. Ma sarebbe assurdo trattarLo con sufficienza dicendo che fu un grande maestro per gli uomini. Lui non ci ha dato questa alternativa, non era sua intenzione".

Una leggenda?

E’ stato un frutto dell’immaginazione della Chiesa delle origini pretendere che Gesu’ fosse Dio? Qualcosa che i Suoi discepoli hanno aggiunto alla Bibbia? E’ un’ipotesi interessante, ma molti studiosi ritengono che almeno tre dei Vangeli della Bibbia (Matteo, Marco, Luca) siano stati scritti entro una generazione dalla morte di Gesu’. Numerosi testimoni sarebbero stati ancora vivi e avrebbero potuto smentire questi scritti del primo secolo. Ma non c’e’ nessuna prova che cio’ sia accaduto.

Infatti c’e’ piu’ evidenza della credibilita’ del Nuovo Testamento rispetto a qualsiasi altro scritto della letteratura classica. Gli storici dell’antica Grecia, per esempio, devono basarsi semplicemente su otto manoscritti della storia della Guerra del Peloponneso di Tucidide, i piu’ recenti dei quali sono stati scritti almeno 1.300 anni dopo gli originali. Al contrario, gli studiosi della Bibbia hanno a loro disposizione piu’ di 20.000 manoscritti del Nuovo Testamento con molte copie che risalgono a meno di 200 anni dalla morte di Cristo.

In ultimo, infine, non c’e’ nessun dubbio che i primi Cristiani adoravano e credevano in un uomo della loro patria come Dio in forma umana. Cio’ non e’mai stato seriamente messo in dubbio, il che ci fa riflettere su questo tipo di comportamento. Se infatti Gesu’ non avesse mai dichiarato di essere Dio, come mai tutti questi monoteisti (credenti in un solo Dio) lo avrebbero venerato?

Bugiardo o folle?

Quindi Gesu’ ha veramente dichiarato di essere Dio. E adesso?

Per farla breve, la Sua affermazione puo’ essere vera o falsa. Se e’ falsa, allora Lui era un bugiardo che ha deliberatamente ingannato la gente. Oppure era un folle, un uomo che sinceramente credeva di essere Dio pur senza esserlo.

Se ammettiamo che Gesu’ era un bugiardo, allora dobbiamo anche considerarLo un essere maligno. Guardiamoci in faccia. Lui diceva alla gente di essere onesta a qualunque costo, le prometteva la vita eterna senza dolore o pena e sosteneva di poter perdonare i peccati. Tutto questo mentre proprio la Sua vita era un cumulo di bugie? Non e’ plausibile.

Per quanto riguarda l’ipotesi della follia, anche questa e’ fuori discussione. Le parole e le azioni di Gesu’ non sono compatibili con quelle di un allucinato o di un malato di mente. Anche il suo critico piu’ accanito non puo’ trovare nulla di sbagliato o di distorto nei Suoi insegnamenti. Al contrario, viene considerato come un uomo di grande perspicacia.

Signore?

E’ rimasta solo l’ultima possibilita’. Se Gesu’ non era un bugiardo o un pazzo, allora poteva essere semplicemente cio’ che sosteneva di essere: Dio sotto forma umana. Iprincipi della logica portano a questa conclusione. Oltre a tutto, cio’ spiega perche’ eventi miracolosi, mai accaduti prima, avvennero in presenza di Gesu’.

Pensate all’uomo che era storpio da 38 anni e che guari’ dopo una conversazione con Gesu’ (Giovanni 5: 1-13). Oppure all’uomo cieco dalla nascita e che recupero’ la vista dopo che Gesu’ gli ebbe toccato gli occhi (Giovanni 9: 1-15). Oppure a Lazzaro che era morto da tre giorni e che resuscito’ al comando di Gesu’ (Giovanni 11: 38-44).

E’ difficile immaginare che cosa abbia significato essere testimoni di questi eventi sbalorditivi, tuttavia e’ accaduto. Anche i nemici di Gesu’ lo affermavano. Essi hanno visto lo storpio camminare (Giovanni 5: 9-10) e hanno interrogato il cieco riguardo alla sua vista (Giovanni 9: 8-34).

Non comprendendo chi fosse Gesu’, alcune persone si sono chieste: "Come puo’ un semplice peccatore compiere questo genere di miracoli?" (Giovanni 9: 16).

Ma l’uomo che era stato cieco conosceva la vera risposta: "Se quest’uomo non fosse stato Dio, non avrebbe potuto" (Giovanni 9: 33).