Se Dio e’ buono, perche’ dunque esistono il male e la sofferenza?

 Nessuno ha potuto dimostrare che vi e’ una contraddizione tra l’esistenza di un Dio onnipotente e che tutto ama e l’esistenza del male. E’ sempre possibile che Dio abbia una buona ragione, ancorche’ sconosciuta, di permettere il male. Finche’ e’ logicamente possibile che Dio abbia una buona ragione, non esiste alcuna contraddizione. Dio ha creato il miglior mondo possibile, tenendo conto del Suo disegno principale-- che e’ di creare degli esseri che potrebbero avere un rapporto personale con Lui. Un vero amore tuttavia deve essere accompagnato da una vera liberta’. Con la liberta’, fu possibile che le libere creature di Dio scegliessero di non amarLo. Dio non puo’ forzare nessuno ad amarLo liberalmente o a fare del bene. Cio’ sarebbe una contraddizione. Un bel po’, se non la maggior parte del male, e’ il risultato della scelta degli uomini- direttamente o indirettamente.

Letture approfondite:
"No Easy Answers" di W. L. Craig
(Moody Press, 1990)

Gesu’ e’ Dio?
Sperimentare il potere per cambiare