Lezione 2: Sperimentare l'amore e il perdono di Dio

 Accadono dei piccoli contrattempi—un automobilista che ti taglia la strada, un compagno di classe che ti offende, il tuo sposo (sposa) che si dimentica di venire a prenderti- e improvvisamente lanci delle ingiurie e urli, perdi l’autocontrollo. O ancora sei tentato di parlar male delle persone o di essere amaro: tutte queste cose ti distraggono da Dio.

Il termine "peccato" comprende l’idea di mancare il bersaglio, di perdere di vista l’obiettivo. Quando facciamo cio’ che vogliamo, piuttosto che cio’ che vuole Dio, noi pecchiamo. Quando le vecchie abitudini si ripresentano, non scoraggiarti. Sei sempre il figlio di Dio. Invece il peccato interrompe la nostra intimita’ con Dio, la nostra comunicazione con Lui. Ci impedisce di vivere il Suo amore.

Tutti noi pecchiamo, anche se siamo Cristiani. E’ per questo che dobbiamo chiedere ogni giorno il perdono divino.

1. Le base per l’amore e il perdono di Dio

"Perche’ anche Cristo ha sofferto una volta per i peccati, il giusto per gli ingiusti, per condurci a Dio. Fu messo a morte nella carne ma vivificato dallo Spirito". (1 Pietro 3:18)

Con la Sua morte, Gesu’ ci ha permesso di avere un rapporto con Dio. La Sua morte ci permette anche di domandare ogni giorno il perdono divino.

"E con lui Dio ha vivificato voi, che eravate morti nei peccati e nell’incirconcisione della carne, perdonandovi tutti i peccati. Egli ha annientato il documento fatto di ordinamenti, che era contro di noi e che ci era nemico, e l’ha tolto di mezzo inchiodandolo alla croce." (Colossesi 2:13,14).

Quando questo passaggio e’ stato scritto, un “atto” era un elenco dettagliato dei crimini per i quali il prigioniero era stato riconosciuto colpevole. Egli veniva inchiodato alla porta della prigione. Quando aveva scontato la sua pena o pagato il suo debito, il detenuto poteva utilizzare l’atto annullato come prova che non poteva piu’ essere condannato per quei crimini. Allo stesso modo, quando noi facciamo affidamento in Gesu’ per il pagamento dei nostri peccati, noi non saremo mai piu’ giudicati per questi. Il perdono che Dio ci da’ e’ totale.

"Egli non ci tratta come meritano i nostri peccati, e non ci castiga in base alle nostre colpe. Poiche’, quanto sono alti i cieli al di sopra della terra, tanto e’ grande la sua benignita’ verso quelli che lo temono. Quanto e’ lontano il levante dal ponente, tanto ha Egli allontanato da noi le nostre colpe". (Salmi103:10-12)

a) In base a questo versetto, che cosa ha fatto Dio con i tuoi peccati?

b) Per quanti dei tuoi peccati Gesu’ e’ morto?

c) Quando Gesu’ e’ morto sulla croce 2000 anni fa, quanti dei tuoi peccati erano proiettati nel futuro?(le risposte sono qui sotto)

2. Vivere ogni giorno il perdono e l’amore di Dio

Benche’ tu sia stato completamente perdonato, bisogna tuttavia tener conto dei tuoi peccati quotidiani per mantenere uno stretto rapporto con Dio. Devi confessare i tuoi peccati.

Confessione—Mettersi d’accordo con Dio riguardo ai peccati

"Se confessiamo i nostri peccati, Egli e’ fedele e giusto da perdonarci i peccati e purificarci da ogni iniquita’". (1 Giovanni 1:9).

Quando Dio ti fa notare alcuni dei tuoi peccati, confessali. Confessarsi vuol dire:

  • Essere d’accordo con Dio che hai peccato.
  • Ringraziare Dio di averti gia’ perdonato.
  • Confidare in Dio che ti aiutera’ a cambiare le tue attitudini e le azioni sbagliate.

    Piuttosto che sentirti colpevole, ritorna a Dio e allontanati dal peccato. Questo ripentimento ti permettera’ di vivere l’amore e il perdono di Dio. Cio’ ristabilisce un’ intima relazione con Lui.

    Metterlo in Pratica

    Subito o questa sera prima di andare a letto:
    • Domanda a Dio di rivelarti qualsiasi peccato della tua vita.
    • Fai la lista su un pezzo di carta. Sii molto onesto: questo rimane solamente tra te e Dio.
    • Dopo aver completato la lista, scrivi la promessa di “1 Giovanni 1:9” in cima alla pagina.
    • Ringrazia Dio per il perdono che procura attraverso la morte di Gesu’ sulla croce.
    • Strappa la lista e buttala via.


    a) Quante volte devi confessare un peccato a Dio?

    b) Quando devi confessare un peccato? (le risposte sono qui sotto)

    Vivere i risultati

    "Davanti a te ho riconosciuto il mio peccato, non ho coperto la mia iniquita’. Ho detto , e Tu hai perdonato l’iniquita’ del mio peccato" (Salmi 32:5)

    Che cosa fare se ti senti ancora colpevole dopo aver confessato i tuoi peccati?

    Conta sulla parola di Dio, la Bibbia—vi e’ scritto che sei stato perdonato. Non basarti sulle tue emozioni.

    Invece, se non hai confessato i tuoi peccati, hai un buon motivo per sentirti colpevole.

    Alla luce di cio’ che abbiamo considerato in materia di colpevolezza e di perdono, come completeresti cio’ che segue? Quando ho confessato tutti i miei peccati, io…

    Suggerimenti per uno Sviluppo Ulteriore

    Prova a spendere 15 minuti circa ogni giorno, soltanto per conoscere meglio Dio attraverso la lettura della Bibbia e la preghiera. Ecco qualche suggerimento.

    1. Procurati una Bibbia se non ne hai gia’ una (vedi Lezione 1) Intanto, comincia a leggere il Vangelo secondo GiovanniIl Vangelo secondo Giovanni.

    2. Leggi la parabola di Gesu’ sul figliol prodigo che ha dilapidato la propria eredita’ (Luca 15:11-32). Che cosa mette in risalto questa storia riguardo al nostro rapporto con Dio, al perdono e alla nostra comunione con Lui?

    3. Leggi i Galati 5:16-23. Rammenta che se noi permettiamo a Dio di manifestarsi nella nostra vita, questo cambiera’ tutto. Quando prendi coscienza di un aspetto della tua vita che dispiace a Dio, affrontalo secondo “1 Giovanni 1:9” e gioisci della ritrovata unione con Lui.

    Sommario

    Confessando continuamente i nostri peccati ed essendo sicuri del Suo perdono, possiamo sperimentare il Suo amore e avvicinarci a lui quotidianamente.

    Scopri come puoi accedere alla sorgente della potenza divina, lo Spirito Santo nella Lezione 3: Forza per vivere una vita cristiana dinamica. Lezione 3: La forza di vivere una vita cristiana dinamica..

    Risposte:

    1a) Dio li ha perdonati. b) Tutti. c) Tutti
    2a) Una volta sola. b) Fin da quando ti sei reso conto che e’ un peccato.

2. Puoi sperimentare l’amore e il perdono di Dio ogni giorno. Anche se sei totalmente perdonato, lo stesso devi fare i conti con i tuoi peccati quotidianamente per continuare a vivere in comunione con Dio. 1 Giovanni 1:9 dice, “Se confessiamo i nostri peccati, egli è fedele e giusto da perdonarci i peccati e purificarci da ogni iniquità”.

“Confessare” significa essere d’accordo con Dio riguardo al tuo peccato. Quando Dio ti fa notare che qualcosa che hai fatto è peccato, confessalo. Questo tipo di confessione ha tre componenti: 1. Esprimi il tuo accordo con Dio che tu hai peccato. 2. Ringrazialo che ha già provveduto per il tuo perdono. 3. Fidati che lui cambierà I tuoi atteggiamenti e azioni sbagliati. Il vero pentimento è “girarti” verso Dio e lasciare il peccato alle spalle. Solo così sperimenterai l’amore e perdono che Cristo ha provveduto con la sua morte sulla croce. Invece di sentirti in colpa o giudicato, puoi essere certo che la tua comunione con Dio è ristabilita.

Secondo la Bibbia, puoi confessare i tuoi peccati direttamente a Dio in qualunque momento. Non bisogna andare in un luogo particolare. È meglio confessare un peccato appena te ne accorgi, e comunque alla fine di ogni giornata. Ecco alcuni suggerimenti per guidarti: 1. Chiedi a Dio di rivelarti quali sono i tuoi peccati. 2. Prendi carta e penna e fanne un elenco. Sii completamente onesto. Dio sa già quali sono i tuoi peccati. Non gli stai svelando niente. Stai solo ammettendo di averli commessi. 3. Dopo che hai finito la lista, scrivici sopra la promessa di 1 Giovanni 1:9 (“Se confessiamo i nostri peccati, egli è fedele e giusto da perdonarci i peccati e purificarci da ogni iniquità”). 4. Ringrazia Dio per il perdono che ha provveduto per te attraverso la morte di Cristo sulla croce. 5. Strappa la lista e buttala.

Qual è il risultato della confessione? “Davanti a te ho ammesso il mio peccato, non ho taciuto la mia iniquità. Ho detto: «Confesserò le mie trasgressioni al SIGNORE», e tu hai perdonato l’iniquità del mio peccato” (Salmo 32:5). “…Come è lontano l’oriente dall’occidente, così ha egli allontanato da noi le nostre colpe” (Salmo 103:12).

3. Cristo ti ha dato la vita eterna. “E la testimonianza è questa: Dio ci ha dato la vita eterna, e questa vita è nel Figlio suo. Chi ha il Figlio ha la vita; chi non ha il Figlio di Dio, non ha la vita. Vi ho scritto queste cose perché sappiate che avete la vita eterna, voi che credete nel nome del Figlio di Dio” (1 Giovanni 5:11-13).

*Garantiamo la massima riservatezza e serietà. Non riveleremo o venderemo i tuoi dati personali o indirizzo email a terzi