Lezione 4: Crescere nel tuo rapporto con Dio.

Poiché lo Spirito Santo controlla direttamente la tua vita, tu vivrai un rapporto più stretto con Dio e svilupperai la tua capacità di riporre la tua fiducia in Lui.

1.Che cosa vuol dire sviluppare la propria capacità di riporre la fiducia in Gesù?

Crescere nel tuo rapporto con Gesù vuol dire conoscerlo meglio, amarlo e obbedirgli maggiormente.
"Ora questa è la vita eterna, che conosciamo te, il solo vero Dio, e Gesù Cristo che tu hai mandato." (Giovanni 17:3).

"E Gesù gli disse: Ama il Signore Dio tuo con tutto il tuo cuore, con tutta l’anima tua e con tutta la tua mente. Questo è il primo il gran comandamento". (Matteo 22: 37,38).
Crescendo il tuo amore per Dio ti condurrà ad obbedire ai Suoi comandamenti.

(Gesù dice) "Chi ha i miei comandamenti e li osserva, è uno che mi ama; e chi mi ama sarà amato dal Padre mio; e io lo amerò e mi manifesterò a lui." (Giovanni 14: 21).

Così come è naturale per un fanciullo crescere in un rapporto d’amore con i genitori, altrettanto lo è per te il crescere in un rapporto d’amore con Dio.

2.Come puoi crescere nel tuo rapporto con Gesù?

La comunicazione è vitale in un qualsiasi rapporto. Ci sono quattro aspetti della comunicazione che ti aiuteranno a sviluppare il tuo rapporto con Gesù.

i) Dio comunica con noi per mezzo della Bibbia, rivelandoci il Suo carattere e la Sua volontà.

"Tutta la Scrittura è divinamente ispirata e utile a insegnare, a convincere, a correggere e a istruire nella giustizia, affinché l’uomo di Dio sia completo, pienamente fornito per ogni buona opera". (2 Timoteo 3: 16,17).

Quali benefici della lettura della Bibbia ti saranno più utili adesso?

ii) Noi comunichiamo con Dio per mezzo della preghiera. Condividendo i nostri pensieri, i nostri bisogni e il nostro desiderio di fare la Sua volontà.

"Non siate in ansietà per alcuna cosa, ma in ogni cosa le vostre richieste siano rese note a Dio mediante preghiera e supplica, con ringraziamento. E la pace di Dio, che sopravanza ogni intelligenza, custodirà i vostri cuori e le vostre menti in Gesù Cristo". (Filippesi 4: 6,7).

"Questa è la sicurezza che abbiamo davanti a lui; se domandiamo questa cosa secondo la sua volontà, egli ci esaudisce. E se sappiamo che egli ci esaudisce in qualunque cosa gli chiediamo, noi sappiamo di avere le cose che gli abbiamo chiesto". (1 Giovanni 5: 14,15).

Questi versetti ci dicono che possiamo pregare per ogni cosa. Quando preghiamo secondo la volontà di Dio, Egli ci ascolta e ci risponde. Ringraziare Dio fa anche parte della preghiera.

"In ogni cosa rendete grazie, perché tale è la volontà di Dio in Gesù Cristo verso di noi". (1 Tessalonicesi 5: 18).

"Rendendo continuamente grazie per ogni cosa a Dio e Padre nel nome del Signor nostro Gesù Cristo" (Efesini 5:20).

Quando ringraziamo Dio, noi gli esprimiamo la nostra confidenza.

Quali sono le cose per le quali potete pregare?

iii) Noi comunichiamo con i Cristiani nella comunione fraterna – incoraggiandoci ed edificandoci gli uni con gli altri.

"E consideriamoci gli uni gli altri, per incitarci ad amore e a buone opere, non abbandonando il radunarsi assieme di noi come alcuni hanno l’abitudine di fare, ma esortandoci a vicenda, tanto più che vedete approssimarsi il giorno".(Ebrei 10: 24,25).

E’ importante passare del tempo con altri Cristiani – per incoraggiarci gli uni con gli altri ad amarsi e a fare del bene. Il termine greco per comunicare, koinonia, vuol dire “mettere in comune”. Bisogna mettere in comune il nostro vissuto cristiano con altri che amano Dio e reciprocamente permettere loro di condividere con noi. Dio ha scelto la chiesa come un luogo che ci permette di incontrare altri Cristiani e di imparare di più su di Lui. Gli studi biblici e altri incontri sono molto utili.

iv) Noi comunichiamo con gli altri che non conoscono Dio personalmente tramite la testimonianza – mettendo in comune con loro il nostro rapporto con Gesù.

"E in nessun altro vi è la salvezza, poiché non c’è alcun altro nome sotto il cielo che sia dato agli uomini, per mezzo del quale dobbiamo essere salvati".(Atti 4:12).

Che cosa ti motiverebbe a portare la testimonianza di Gesù a un’altra persona?

A chi ti piacerebbe parlare di ciò che Gesù ha fatto nella tua vita?

Suggestioni per una crescita ulteriore.


Riserva alcuni momenti per uno studio quotidiano della Bibbia e per la preghiera. Il Vangelo secondo Giovanni (che si trova nella sezione seguente) è un buon libro del Nuovo Testamento con cui cominciare. Sottolinea i versetti che trovi particolarmente significativi quando leggi. Prega Dio che ti indichi chi Egli è e come puoi risponderGli.

Studia altri passaggi, come quelli di queste lezioni e i Salmi 1, 34, 103 e 145; Matteo 7: 7-11; Luca 9: 23-26; Giovanni 15:1-7; 1 Corinzi 12:12-27; 2 Corinzi 5:17-21; e Colossesi 1: 9-12.

Sei all’inizio della tua vita Cristiana e ti resta da scoprire molto di più di quanto si trova in queste quattro lezioni. Prendi fin d’ora l’iniziativa di trovare nella tua zona una chiesa che insegni la Bibbia e fa in modo di andarci con regolarità. Per del materiale cristiano supplementare visita la tua libreria cristiana (vedi sotto “libri” nelle pagine gialle). Oppure interpella Newlife Resources al 1-800-667-0558.

Sommario

Se riponi fiducia nello Spirito Santo per la potenza e leggi la Bibbia, preghi, passi del tempo con altri fedeli e parli con gli altri di Gesù, Dio trasfonderà il Suo carattere in te e ti svilupperà spiritualmente.

“Gesù disse, ‘Ama il Signore Dio tuo con tutto il tuo cuore, con tutta la tua anima e con tutta la tua mente’. Questo è il grande e il primo comandamento.” (Matteo 22:37.38)

Gesù dice “Chi ha i miei comandamenti e li osserva, quello mi ama; e chi mi ama sarà amato dal Padre mio, e io lo amerò e mi manifesterò a lui” (Giovanni 14:21)

Simile a come un bambino sviluppa naturalmente un rapporto di amore con i suoi genitori, così anche tu dovrai crescere nel tuo amore per Cristo.

Come puoi crescere in Cristo? Innanzitutto, la comunicazione è fondamentale in qualunque rapporto—anche nel tuo rapporto con Cristo. Ci sono quattro aspetti della comunicazione che ti aiuteranno a conoscere Cristo meglio.

2. L’unico modo in cui Dio comunica con noi è attraverso la Bibbia. È soltanto nella Scrittura che Dio ci rivela il suo carattere e la sua volontà. “Ogni Scrittura è ispirata da Dio e utile a insegnare, a riprendere, a correggere, a educare alla giustizia, perché l’uomo di Dio sia completo e ben preparato per ogni opera buona” (2 Timoteo 3:16,17).

3. Mentre Dio ci parla tramite la Bibbia, noi comunichiamo con lui attraverso la preghiera. Gli parliamo dei nostri pensieri, bisogni e desiderio di fare la sua volontà. “Non angustiatevi di nulla, ma in ogni cosa fate conoscere le vostre richieste a Dio in preghiere e suppliche, accompagnate da ringraziamenti. E la pace di Dio, che supera ogni intelligenza, custodirà i vostri cuori e i vostri pensieri in Cristo Gesù” (Filippesi 4:6,7).

“Questa è la fiducia che abbiamo in lui: che se domandiamo qualche cosa secondo la sua volontà, egli ci esaudisce. Se sappiamo che egli ci esaudisce in ciò che gli chiediamo, noi sappiamo di aver le cose che gli abbiamo chieste” (1 Giovanni 5:14,15).

“In ogni cosa rendete grazie, perché questa è la volontà di Dio in Cristo Gesù verso di voi” (1 Tessalonicesi 5:18). “Ringraziando continuamente per ogni cosa Dio Padre, nel nome del Signore nostro Gesù Cristo” (Efesini 5:20).

4. Dio comunica con noi attraverso la Bibbia. Non comunichiamo con lui attraverso la preghiera. Comunichiamo con altri credenti tramite la comunione fraterna, cioè incoraggiandoci e edificandoci a vicenda. “Facciamo attenzione gli uni agli altri per stimolarci all’amore e alle buone opere, non abbandonando la nostra comune adunanza come alcuni sono soliti fare, ma esortandoci a vicenda; tanto più che vedete avvicinarsi il giorno” (Ebrei 10:24,25).

La comunione con altri credenti include condividere quello che abbiamo in comune, in termini delle nostre esperienze con Cristo. Ci ascoltiamo a vicenda e impariamo gli uni dagli altri. Dio ha stabilito la chiesa come posto dove possiamo conoscere altri credenti in Cristo e ascoltare la Sua parola. Ma, attenzione! È fondamentale che la chiesa dove vai sia una chiesa che ha come unica autorità soltanto la Bibbia.

5. L’ultima forma di comunicazione da vedere è quella con non credenti, cioè persone che non hanno fatto la scelta di seguire Cristo. “In nessun altro è la salvezza; perché non vi è sotto il cielo nessun altro nome che sia stato dato agli uomini, per mezzo del quale noi dobbiamo essere salvati” (Atti 4:12).

*Garantiamo la massima riservatezza e serietà. Non riveleremo o venderemo i tuoi dati personali o indirizzo email a terzi